Un ricordo di Luis Sepùlveda

Print Friendly, PDF & Email

Carissimi bambini e ragazzi,
tutto l’istituto comprensivo Carlo Levi ringrazia Luis Sepùlveda, uomo di pace e di cultura, scomparso oggi.
Tante le sue opere per tutti, alcune anche divenute film.
La più celebre è “La Gabbianella ed il gatto che le insegnò a volare”, in rete potete trovare molti contributi su questa bella storia di amore, coraggio, integrazione del diverso e denuncia del disastro ambientale ambientata ad Amburgo in Germania.

 

Uno stormo di gabbiani di ritorno dalla migrazione incappa nella cosiddetta peste nera, una chiazza di petrolio fuoriuscita dal mare.Mentre pescava, la gabbiana Kengah, pronta per deporre il suo uovo, rimane invischiata e riesce a volare solo fino al balcone di casa del gatto Zorba. Lì la gabbiana, stremata, depone il suo uovo e muore. Nascerà Fortunata, una piccola gabbianella cui Zorba insegnerà a spiccare il volo.

Prima di morire, la gabbianella chiederà al gatto Zorba di prometterle tre cose:
-di non mangiare l’uovo,
-di prendersi cura del piccolo
-di insegnargli a volare.

Ciascuno di voi è per noi una piccola Fortunata, affidata alle nostre cure ed al nostro potenziale umano e culturale, perché trovi la propria rotta e voli alto, guardando il mondo con gli occhi dell’amore e della
speranza.
“Ora volerai, Fortunata.Respira. Senti la pioggia. E’acqua. Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro si chiama vento, un altro ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia. Senti la pioggia. Apri le ali”miagolò Zorba. “Ora volerai, il cielo sarà tutto tuo!”

Grazie Luis, uomo di pace e di cultura, ti ha portato via un male che toglie il fiato, dopo una vita spesa ad insegnare a tutti, specie ai bambini, a respirare a pieni polmoni, dilatando il proprio cuore e tendendo la propria mano; ora vola libero insieme a tutti noi in quel cielo che noi continuiamo, come promesso, ad osservare stupiti, distanti
ma uniti, dalle nostre piccole finestrelle astronomiche.
Grazie a ciascuno di voi, cari bambini e ragazzi, che, insieme ai vostri genitori, avete scelto di percorrere insieme a noi un tratto del vostro volo verso la vita e la felicità!
Nonostante tutto.
L’I.C. Carlo Levi
Di seguito due storie illustrate

La gabbianella  e il gatto
Storia di una lumaca